Il parquet in larice: caratteristiche, utilizzo e manutenzione

By 5 Giugno 2019 Blog
parquet in larice

Sono sempre di più le persone che scelgono di arredare la propria abitazione, inserendo un parquet in larice, una pavimentazione che si sposa soprattutto con uno stile moderno e contemporaneo. Insieme al Rovere, il Larice è uno dei tipi di legname maggiormente impiegati per la realizzazione di pavimenti ed è entrato ormai a far parte della tradizione italiana. Uno dei pregi di puntare su questo tipo di pavimentazione è certamente il fatto di essere in grado di adeguarsi ad ogni tipologia di trattamento, a partire dalla sbiancatura fino ad arrivare alla decapatura, senza dimenticare l’effetto segato. Questo legno garantisce una notevole durata e, dal punto di vista ecologico, è pienamente sostenibile. Certo, non è un legno di “facile” comprensione, dato che c’è bisogno prima di intuirne le potenzialità per poterlo scegliere e collocare in un ambiente adatto. Per questo motivo , è sempre opportuno chiedere chiarimenti ad un’azienda specializzata nella posa e nel trattamento dei pavimenti in parquet.

Parquet in larice: le caratteristiche

La diffusione di quest’albero è importante soprattutto nella zona centrale dell’Europa: in modo particolare, è presente nei Carpazi, in Polonia, Siberia e anche nelle Alpi. In Italia si trova piuttosto di frequente nella parte occidentale delle Alpi. Il durame e l’alburno hanno peculiarità differenti: se il primo presenta una colorazione bruno-rossastro, il secondo ha un colore bruno tendente al giallastro chiaro. Il larice si presenta come un legno particolarmente ricco di resina, ma con un livello di durezza medio. Uno dei tanti vantaggi del larice è certamente quello di essere molto resistente. Interessante notare come abbia una tessitura davvero molto fine e una fibratura dritta.

L’uso di questo legno

Il parquet in larice non è certamente quello su cui si punta più di frequente, ma come detto è una delle pavimentazioni più particolari ed eleganti. Al tempo stesso, bisogna ammettere che il larice presenta delle peculiarità naturali che garantiscono un effetto particolarmente interessante a livello visivo in determinati contesti. Trovare il parquet in larice più adatto alle proprie esigenze non è difficile proprio per via dell’ampia diffusione di questo tipo di legno, che si trova facilmente in tantissime zone geografiche, con colorazioni e altre caratteristiche che possono variare. Il parquet in larice viene sfruttato non solamente per la realizzazione di splendidi pavimenti in legno, ma anche per la realizzazione di costruzioni pesanti, così come per la creazione di fondazioni, ma anche per lavori in ambito navale e per la realizzazione di serramenti di porte e finestre.

Come gestire la manutenzione

Prima di tutto, è necessario capire come è stato trattato precedentemente il parquet in larice, verificando anche il tipo di finitura. Una buona opera di manutenzione passa necessariamente dai consigli di personale specializzato che, all’atto di acquisto, saprà indicare i migliori sistemi per la cura del parquet in larice nel tempo. Prima di effettuare qualsiasi tipo di lavaggio, inoltre, è fondamentale pulire il parquet utilizzando semplicemente un aspirapolvere. Il passo successivo è quello di evitare sia vaporelle che robot lavapavimenti, altrimenti il rischio è quello di rovinare le finiture: il lavaggio non deve avvenire mai solamente con l’acqua, ma si consiglia di utilizzare sapone detergente neutro, con uno strofinaccio adatta al tipo di superficie del legno.