Il parquet in betulla: caratteristiche, utilizzo e manutenzione

By 25 Settembre 2019 Blog
parquet in betulla

Il legno di betulla viene ottenuto a partire da uno dei generi più diffuse all’interno della famiglia delle Betulacee, particolarmente noto in tutte i luoghi con clima temperato all’interno dell’emisfero nord. Una delle principali caratteristiche di questo legno è certamente quella di avere una corteccia dal colore tipicamente bianco opaco, con un fogliame che si dimostra sempre particolarmente elegante. Capita piuttosto di frequente che l’albero di betulla venga usato con un chiaro scopo ornamentale, a parte che ovviamente all’interno dell’industria del mobile.

Parquet in betulla, le principali caratteristiche di questo legno

Tra le peculiarità di questo tipo di legno troviamo indubbiamente il fatto di essere piuttosto pesante e semiduro, anche se fa della robustezza e dell’elasticità due punti di forza. Proprio per queste ragioni, il legno di betulla viene sfruttato in tantissimi tipi differenti di lavorazioni, a partire dalla piallatura fino ad arrivare al taglio e si può piegare anche senza correre il pericolo che possa spezzarsi. All’interno dell’industria del mobile, così come nella realizzazione dei vari complementi d’arredo, questo tipo di legno viene sfruttato in modo particolare per creare dei pannelli in multistrato, che tornano piuttosto utili per sviluppare delle bellissime sedie.

L’utilizzo

Il legno di betulla viene impiegato in modo particolare per la realizzazione dei supporti per il parquet prefinito. È il legno che è in grado di garantire il maggior livello di stabilità all’interno prodotto. Interessante notare come venga montato con una tecnica che è stata definita degli “strati sovrapposti”, dal momento che consente di raggiungere delle prestazioni meccaniche molto elevate. Nella maggior parte dei casi viene sfruttato, anche in virtù di un costo non proprio accessibile a tutti, dai marchi di grande qualità. È molto importante mettere in evidenza come, se l’obiettivo dovesse essere quello di installare il parquet in ogni stanza della propria abitazione, probabilmente meglio prendere le distanze da quei legni che hanno la maggiore tendenza all’assorbimento dell’umidità, come ad esempio proprio la betulla, optando per un sempre affidabile rovere, oppure per altre tipologie legnose che sono in grado di garantire maggiore resistenza.

Vantaggi e svantaggi del legno di betulla

Il legno di betulla ha una tonalità piuttosto tenute, che è in grado di adeguarsi senza particolari problemi ad ogni tipologia di ambiente, non solo per quanto riguarda la costruzione di pavimenti in parquet, ma anche in riferimento alla costruzione di mobili e complementi d’arredo. Uno dei pregi del legno di betulla è quello di essere molto semplice sia da verniciare che da lavorare. Inoltre, si può curvare senza eccessive complicazioni e ha la tendenza a mantenere la forma che gli è stata data anche nel corso della fase di lavorazione. Spostando l’attenzione sui difetti, invece, si può notare come il legno di betulla abbia una durabilità medio-bassa, visto che i parassiti rappresentano un pericolo costante. Inoltre, non è affatto un legno molto duro. Infine, nel caso in cui l’operazione di essiccatura non dovesse essere stata svolta nel migliore dei modi, questo legno ha la tendenza a diventare giallo e a subire la formazione di alcune macchie. Quindi, la manutenzione dei parquet in betulla deve essere fatta solo ed esclusivamente da personale specializzato che appartenga ad un’azienda dedita alla posa e al trattamento dei pavimenti in parquet.