I pavimenti in resina effetto legno, un’alternativa al parquet

By 2 Gennaio 2020 Blog
pavimenti in resina effetto legno

Questo tipo di pavimenti rappresentano una vera e propria alternativa al parquet. Infatti, riescono a garantire una pavimentazione che presenta tanti dettagli in comune con il legno, come ad esempio dal punto di vista delle sfumature, piuttosto che dal punto di vista cromatico o in riferimento alle striature.

La resina si caratterizza per essere una perfetta alternativa per chi non ha intenzione di spendere tutti i soldi della posa di un parquet. Infatti, il pavimento in legno ha un costo notevolmente più alto rispetto alla resina e necessita, tra le altre cose, di molta più manutenzione. Infatti, il parquet ha bisogno di essere lucidato e deve essere oggetto di appositi trattamenti con prodotti specifici, con l’intento di evitare che le abrasioni, i graffi e l’usura possano rovinarlo in maniera eccessivo.

La posa di un pavimento in resina ad effetto legno

I costi di tale soluzione sono inferiori anche perché la posa costa molto di meno. Infatti, l’applicazione della pavimentazione in resina necessita di molti meno giorni rispetto alla posa di un tradizionale parquet. Non ci sarà, tra le altre cose, la fatica di eliminare tutte le piastrelle che erano precedentemente state posate: il vantaggio sarà quello di non avere un vero e proprio cantiere in casa, con tutte le conseguenze positive del caso (ovvero principalmente detriti e polvere dappertutto). L’applicazione della resina deve essere eseguita proprio al di sopra della pavimentazione preesistente: si tratta di un’operazione che è meglio far svolgere ad un’azienda specializzata che possa garantire affidabilità ed esperienza. Infatti, è importante che non rimangano delle fughe e degli spazi vuoti sul pavimento. La resina, quindi, si dovrà applicare solamente dopo aver preparato la base, che deve essere omogenea e liscia alla perfezione.

Il risultato finale

Sfruttando la resina, si potrà ottenere una sorta di pavimento in finto parquet. Il vantaggio è indubbiamente quello di avere una durata prolungata nel tempo, ma che soprattutto che non ha necessità di ricevere manutenzione costante e frequente, rispetto a quanto si verifica invece con un materiale come il legno. Sul mercato c’è la possibilità di trovare davvero numerose tipologie di resina, che presentano degli effetti notevolmente differenti e, in alcuni casi, possono anche lasciare a bocca aperta. Basti pensare, come detto, al pavimento in resina con effetto in legno, anche se ce sono tanti altri molto efficaci, come ad esempio quelli con effetto marmo, piuttosto che quelli con effetto vetro o pietra. Il pavimento in resina, quindi, presenta un ottimo livello di resistenza nel tempo, ma anche nei confronti dell’acqua e dell’umidità. Ecco spiegato il motivo per cui si può applicare senza problemi anche ad ambienti sempre piuttosto umidi, come ad esempio il bagno oppure la cucina. Inoltre, ha il pregio di resistere efficacemente ad abrasioni, legate soprattutto all’utilizzo di prodotti chimici, e graffi. Da un punto di vista prettamente estetico, la soluzione di pavimentare in resina la superficie di una certa stanza o dell’intera abitazione, è sicuramente efficace, visto che tutte le fughe e gli altri inestetismi del vecchio pavimento vengono coperti.